Home News

Black is King, Beyoncé debutta su Disney+

Black is King Poster Disney+

Beyoncé torna a dirigere il suo secondo film, dopo Homecoming, questa volta duplicando il format di Lemonade. Arriva il 31 luglio su Disney+ l’anteprima mondiale del suo nuovo visual album Black is King. Una produzione Parkwood Entertainement, in associazione con il nuovo colosso Disney dello streaming. Beyoncé ne è appunto l’ideatrice, la regista, l’autrice e la produttrice esecutiva, come dichiarato da lei stessa su Instagram:

Black is King è il mio passion project [un progetto sognato da tempo, ndr], che ho filmato, approfondito e perfezionato giorno e notte nell’ultimo anno. Mi ci sono dedicata completamente e ora è vostro.

Black is King, Disney+, Beyoncé – photo credit: web

Secondo Disney+ il progetto ricalca, a un anno dall’uscita in sala, il messaggio identitario di The Lion King, indirizzandosi nello specifico ai giovani afroamericani. L’idea nasce infatti in concomitanza e in simbiosi con la colonna sonora di The Lion King: The Gift  e si propone di celebrare la Black Ancestry. La bellezza e la profondità delle radici africane e degli antenati acquistano poi un significato ulteriore alla luce dei recenti eventi. 

Black is King, celebrazione e appartenenza

Si tratta di un viaggio immaginario e onirico di un giovane re alla ricerca di sé, attraverso amore, tradimenti e radici. Il tema portante è quindi il senso di appartenenza: la cultura e la famiglia. È una celebrazione estetica e concettuale dell’eccellenza nera, di cui vengono costantemente sottolineate anche la resilienza, la forza e la speranza. Black is King, in altre parole celebra “a perenne memoria per il mondo, l’esperienza dei Neri”, come afferma la produzione.

Con questo visual album ho voluto presentare elementi di Storia black e tradizione africana con un taglio moderno e un messaggio universale. [Che sarebbe]: trova te stesso e costruisci il tuo lascito. […] Era importante creare un film che instillasse orgoglio e conoscenza. […] È la storia dei DONI STRAORDINARI  di questo popolo DISTRUTTO.

Dal profilo Instagram di Beyoncé

Ad accompagnare Beyoncé ci saranno anche alcuni ospiti speciali, simbolo della black culture, e naturalmente gli artisti presenti nell’album.Tra questi, ricordiamo per esempio Donald Glover (Childish Gambino), Kendrick Lamar e, naturalmente Jay Z. The Lion King: The Gift  è infatti già uscito lo scorso luglio e conta quasi trenta tracce, riproposte integralmente nella prossima versione visuale.

In trepidante attesa di vedere l’intera opera, ci accontentiamo per ora del trailer rilasciato qualche giorno fa.

Trailer di Black is King
Classe 1993, sono praticamente cresciuta tra Il Principe di Bel Air e le Gilmore Girls e, mentre sognavo di essere fresh come Will Smith, sono sempre stata più una timida Rory con il naso sempre fra i libri. La letteratura è il mio primo amore e il cinema quello eterno, ma la serialità televisiva è la mia ossessione. Con due lauree umanistiche, bistrattate da tutti ma a me molto care, ho imparato a reinterpretare i prodotti della nostra cultura e a spezzarne la centralità dominante attraverso gli strumenti forniti dai Cultural Studies.

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Exit mobile version