Written by 12:01 Dance&Theatre, Reviews

“Blue Thunder”, nei meandri delle paure di tre uomini

Tre voci che dialogano a ritmo sostenuto in un vortice di solitudine che sprigiona in condivisione. Rara, vera, profonda. Così come la notte che accoglie l’incontro tra un padre e due figli.

Blue Thunder, spettacolo in streaming fino a stasera sul sito di Trend, festival di teatro britannico a cura di Rodolfo di Giammarco, esplora i meandri della condizione maschile mettendo a nudo fragilità e incomprensioni fra i tre personaggi, interpretati da Marco Cavalcoli, Mauro Lamanna (che cura anche la regia) e Gianmarco Saurino.

Teatro spoglio, scenografia praticamente assente, luci che a tratti quasi accecano gli attori e che rivelano la dimensione “fittizia” del fatto teatrale, che non accade ma viene ricreato appositamente per le riprese che ne sottolineano pregi e (inesorabilmente) anche difetti. Qualche telecamera in meno e qualche cambio di luce in più avrebbero sicuramente giovato ad una pièce che, soprattutto grazie alla bravura degli attori e alla sinergia tra loro creata, regala momenti ricchi di pathos e variazioni di registro che ora stupiscono, ora emozionano.

Mauro Lamanna, Gianmarco Saurino e Marco Cavalcoli in Blue Thunder

Tre uomini ed un unico flusso di coscienza

Il giovane drammaturgo Padraic Walsh dipinge una storia introspettiva e complessa, che scarnifica l’architettura di una famiglia di un piccolo paesino irlandese attraverso il dialogo veicolato dalle tre voci maschili che ne fanno parte.

Brian (il bravissimo Marco Cavalcoli) e il suo taxi ospitano i due figli ubriachi, insieme per una notte di baldoria dopo tanto tempo, ed è come un’epifania inaspettata. Pian piano le barriere dell’orgoglio e dell’autodifesa si abbassano, rivelando segreti e verità taciute.

In famiglia ci si dovrebbe sentire amati, e per questo compresi nonostante le differenze caratteriali e le scelte di vita personali. Eppure il nucleo familiare, quel focolare domestico caldo e protetto, a volte nasconde la vera essenza di coloro che ne fanno parte, timorosi di aprirsi con le persone amate per paura di deluderle, o peggio ancora di essere giudicati.

Il “tuono blu” che squarcia la notte fratturando le esistenze dei tre personaggi in un prima e un dopo il confronto genera nuovi equilibri, in un finale aperto che non svela di che colore sarà l’alba di domani.

Segui il Trend – Nuove Frontiere su FRAMED, siamo anche su Facebook Instagram.

(Visited 142 times, 1 visits today)
Tag:, , , , Last modified: 5 Dicembre 2020
Close