Dampyr. Distribuito da Eagle Pictures
Dampyr. Distribuito da Eagle Pictures

L’uscita di Dampyr in data 28 ottobre 2022 è da accludere alla storia congiunta del fumetto e del cinema italiano. Con un cast di piccole stelle e giovani promesse, il regista Riccardo Chemello, qui alla sua opera prima, lancia l’apripista di quello che sarà il Bonelli Cinematic Universe.

Dampyr – Il film

1992. In pieno conflitto jugoslavo un commando serbo-bosniaco viene incaricato di occupare la cittadina di Yorvolak. Ma il nemico che vi si annida non è umano.

A poco a poco le forze del comandante Emil Kurjak (Stuart Martin) vengono messe all’angolo da un gruppo di vampiri. L’unica loro speranza è il dampyr. Nato dall’unione di una donna umana ed un vampiro molto potente, un signore della notte, egli è il nemico per eccellenza dei “succhiasangue”.

Tuttavia colui che si spaccia per un dampyr, Harlan Draka (Wade Briggs), non sa cosa è realmente capace di fare. Insieme alla vampira rinnegata Tesla (Frida Gustavsson) e a Kurjak, il dampyr dovrà affrontare il signore della notte e padrone di Tesla, Gorka (David Morrissey), oltre a cercare di scoprire qualcosa sul conto di colui che lo generò molto tempo fa: il signore della notte Draka (Luke Roberts).

Dampyr – Il fumetto

Nell’aprile del 2000 veniva rilasciato il primo numero di Dampyr. Fumetto italiano di Mauro Boselli, anche sceneggiatore del film, e Maurizio Colombo, godrà di un successo che perdura tutt’oggi. Dampyr è ormai una colonna della Sergio Bonelli Editore. La sua miscela di horror e azione ben si adattava ai primi anni 2000, quando la figura del vampiro era cambiata nelle storie. Da barocco, isolato e unico nemico malvagio, il vampiro era diventato un personaggio reperibile nelle metropoli, spesso in branchi in lotta o alleanza tra loro, cattivi o antieroi delle storie che li vedevano protagonisti. Il vampiro lasciava gli abiti cinquecenteschi per diventare un punk.

Dampyr cavalcò in maniera egregia questa fame di vampiri, ben integrando la sua storia alla storia vera. Le guerre in Jugoslavia erano un sanguinoso e fresco ricordo per molti, di cui piano piano emergevano gli orrori. E in mezzo a questi orrori si inscenarono le avventure di Harlan Draka e compagni.

27 ottobre 2022: l’annuncio di un nuovo universo, la presentazione a Roma

Nel corso della conferenza tenutasi dopo l’anteprima stampa del film, si è mostrato il volto economico e progettuale di Dampyr. 15 milioni di budget. Fedeltà semi-totale alla trama raccontata nei primi due volumi del fumetto. Riprese in esterno, precisamente in Romania, per aumentare il realismo. Girato in inglese per essere esportato nel mondo, affare di cui si occuperà Sony. E voglia di portare sempre più volti cartacei della Bonelli su uno schermo, piccolo o grande.

Vincenzo Sarno, produttore della Sergio Bonelli Editore, ha raccontato cosa ci aspetta ora. Una serie tv su Dylan Dog, una serie animata su Dragonero. Ogni opera avrà il media che più si addice alla sua valorizzazione. Ma come apripista c’era l’esigenza di un film. I tempi sono maturi, ci dicono il regista e i produttori. Il fantasy sta godendo di successo in Italia, e i fumetti italiani stanno piano piano entrando nelle realtà televisive cui siamo abituati e che ci intrattengono piacevolmente.

Dampyr. Foto dell’evento del 27 ottobre 2022.

Il fumetto italiano oggi

Posso con certezza affermare che oggi la tipologia di fumetto più letta in Italia è quella giapponese, il manga, conquistatore delle ultime generazioni di lettori. Ma le glorie nostrane non sono dimenticate, né tantomeno vivono solo di vecchi lettori. Fumetti come Dago, Alan Ford, e specialmente i “Bonellidi”, non hanno mai smesso di conquistarsi nuovi lettori.

Se si parla di qualità o trama la maggior parte dei nostri fumetti non ha nulla da invidiare ai fumetti giapponesi o americani. Ora si tratta di rendere queste opere nostrane di portata internazionale.

Il cinecomic, le serie animate e le serie tv derivate da fumetti stanno diventando sempre più numerose. E la facilità con cui si fruiscono queste opere rende i prodotti paventati dal Bonelli Cinematic Universe pronti per essere lanciati sugli schermi di tutto il mondo. E certo alcune persone decideranno di compiere quello che molti fruitori di serie e film già fanno; leggere la fonte primaria della storia, il fumetto.

Questo film oggi

Francamente miei cari e mie care, siamo reduci di Morbius. Siamo reduci dei successi miracolati dei film di Venom. Dampyr è un buon film. Un adattamento sincero di un fumetto che non storpia il personaggio e non lo piega alle mode odierne.

È un film italiano dal sapore squisitamente internazionale, pronto a “fare il culo” ai peggiori cinecomics americani e a dare battaglia alle majors. Sa sfruttare le migliori lezioni che il cinema supereroistico americano ci ha dato in questi anni. Speriamo sia veramente l’alba di un nuovo universo.

Continua a seguire FRAMED anche su Instagram Telegram.

Avatar photo
Classe 1999, e perennemente alla ricerca di storie. Mi muovo dalla musica al cinema, dal fumetto alla pittura, dalla letteratura al teatro. Nessun pregiudizio, nessun genere; le cose o piacciono o non piacciono, ma l’importante è farle. Da che sognavo di fare il regista sono finito invischiato in Lettere Moderne. Appartengo alla stirpe di quelli che scrivono sui taccuini, di quelli che si riempiono di idee in ogni momento e non vedono l’ora di scriverle, di quelli che sono ricettivi ad ogni nome che non conoscono e studiano, cercano, e non smettono di sognare.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui