Bong Joon-ho presidente di giuria di Venezia 78

Già lo scorso 15 gennaio, Alberto Barbera e la Biennale di Venezia avevano annunciato il Presidente di Giuria della prossima Mostra del Cinema: Bong-Joon-ho. E non ha sorpreso che un così grande nome fosse già reso noto a circa nove mesi dall’evento (1-11 settembre 2021). Un segno che la Biennale non solo ha avuto il coraggio e la capacità di organizzare lo scorso Festival in piena pandemia, ma aveva già da subito le idee chiare sul futuro.

Adesso, a pochi giorni dalla conferenza stampa, arriva anche l’annuncio della giuria completa e di altissimo profilo. Ad affiancare Bong Joon-ho saranno infatti Saverio Costanzo, Virginie Efira, Cynthia Erivo, Sarah Gadon, Alexander Nanau e Chloé Zhao.

Una vera giuria internazionale a Venezia 78

Con una sola presenza italiana nella Giuria della selezione ufficiale, la Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica ribadisce il suo stesso proposito di uscire dai confini nazionali. E Saverio Costanzo, che torna a Venezia dopo La solitudine dei numeri primi e Hungry Hearts, è anche il simbolo ideale di un’arte italiana nel mondo. È colui che infatti ha esportato trasposto in immagini l’enorme successo de L’amica geniale.

Impressionante, poi, è di certo la presenza di Chloé Zhao, ultimo Leone d’oro della mostra, nonché vera e propria protagonista degli Oscar 2021 con Nomadland. A chiudere il gruppo di registi in giuria è poi un altro grande protagonista della scorsa stagione cinematografica, Nanau, autore dell’importante documentario Collective.

Direttamente da Cannes, dove ha recitato in Benedetta di Paul Verhoeven, arriva invece l’attrice belga Virginie Efira. Mentre, presenza importante ai fini dei premi statunitensi, dagli USA è Cynthia Erivo. Attrice teatrale e cinematografica, vincitrice di Tony, Grammy ed Emmy Awards (sfiorando anche un Oscar). Infine, volto noto di Cronenberg, la canadese Sarah Gadon.

Bong Joon-ho, un Presidente storico

L’idea di proporre Bong Joon-ho (regista di Parasite, Memorie di un assassino, Snowpiercer) è stata proprio del Direttore artistico Barbera, poi approvata dal CdA.

Queste di seguito le sue dichiarazioni ufficiali.

La prima, bella notizia della 78a edizione della Mostra del Cinema di Venezia è che Bong Joon-ho ha aderito con entusiasmo alla proposta di presiederne la Giuria. Il grande regista coreano è oggi una delle voci più autentiche e originali del cinema d’autore mondiale. Gli sono immensamente grato per aver accettato di mettere la sua passione di cinefilo attento, curioso e privo di pregiudizi, al servizio del nostro festival. È un piacere e un onore poter condividere la felicità di questo momento con i tantissimi ammiratori dei suoi film straordinari, disseminati ovunque. La scelta di affidare la Giuria, per la prima volta nella sua storia, alla guida di un cineasta coreano è anche la conferma che l’appuntamento veneziano  guarda al cinema di tutto il mondo, e che i registi di ogni Paese sanno di poter trovare a Venezia la loro seconda casa.

Alberto Barbera – Comunicazione ufficiale da labiennale.org

Bong Joon-ho fa quindi la storia del Festival, diventandone il primo Presidente di Giuria sudcoreano. La sua passione per il cinema, oltre che il suo talento come autore e regista, insieme alla grande Giuria della Mostra, ci offriranno una 78ª edizione probabilmente di ottimo livello. Come Venezia sta dimostrando sempre più.

Continua a seguire FRAMED anche su Facebook e Instagram per aggiornamenti.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui