Written by 15:30 Dance&Theatre, Flashviews

“Rapimento”. Si ritorna (finalmente) a teatro

Da quando “bazzico” i teatri su e giù per lo stivale ho visto circa un migliaio di spettacoli. Per la riapertura dei teatri (lo “dico” sottovoce perchè non mi sembra ancora vero) ho deciso di andare in quel magico paesino emiliano che è Vignola per una coccola del tutto unica: fruire di uno spettacolo-installazione per un solo spettatore alla volta.

Rapimento, andato in scena al Teatro Ermanno Fabbri, fa parte di Mediatori del reale. Dramaturg fra teatri e città, primo progetto italiano di residenze per Dramaturg per cui ERT Fondazione ha vinto il bando promosso da Ministero della Cultura e SIAE con il programma Per chi crea.

Zero attori, nessun altro spettatore, un’unica grande protagonista: Alexa, l’assistente digitale.

Carlotta Pansa e Jacopo Giacomoni 
(foto di Francesca Cappi)
Carlotta Pansa e Jacopo Giacomoni
(foto di Francesca Cappi)

Guidati da Federico Bellini (drammaturgo che dal 2002 lavora con Antonio Latella) i due Dramaturg Carlotta Pansa e Jacopo Giacomoni portano in scena gli interrogativi che scaturiscono mettendo in contatto il teatro e la tecnologia.

Quel che più colpisce (e un po’ commuove, dati i mesi di assenza) è tornare in un luogo amato, ed esserne i soli “abitanti” per venti minuti. Fino a quando il sipario si apre, disvelando le scintille di un fuoco che, come l’araba fenice, fa risorgere (finalmente) il teatro dalle sue ceneri.

Continua a seguire il teatro con FRAMED. Siamo anche su Facebook Instagram.

(Visited 48 times, 1 visits today)
Tag:, , Last modified: 12 Maggio 2021
Close