Realizzando Diabolik. Edizioni NPE
Realizzando Diabolik. Edizioni NPE

Sbirciare dietro le quinte, o per meglio dire, nei meandri nascosti della lavorazione di un film, è qualcosa di magnifico e proibito che accende la curiosità di qualsiasi spettatore e spettatrice. Soprattutto se il film in questione è una delle migliori trasposizioni cinematografiche degli ultimi anni: sto parlando di Diabolik, con la regia dei Manetti Bros. (Marco e Antonio Manetti).

Per Edizioni NPE viene pubblicato Realizzando Diabolik: un racconto per immagini, un’incredibile raccolta di fotografie esclusive scattate da Simone Silvestri, supervisore degli effetti visivi e grande amico e collaboratore dei due fratelli. Il formato orizzontale del libro ne fa un vero raccoglitore dei ricordi legati al dietro le quinte del film, con foto dei set e dei momenti più significativi del lungometraggio.

Realizzando Diabolik. Edizioni NPE

Realizzando Diabolik foto per foto

I due fratelli scrivono la prefazione del volume parlando di Simone Silvestri come uno dei collaboratori con cui lavorano da più tempo e che è entrato di diritto all’interno della loro famiglia allargata. Durante il periodo del lockdown Silvestri decide di mettere insieme diverse foto scattate durante la realizzazione del film per farne “una sorta di diario di lavorazione”.

L’avventura dietro alle riprese di Diabolik diventa così un diario per immagini:

Questo libro racconta, attraverso il mio sguardo personale e soggettivo, la realizzazione del film Diabolik al quale ho avuto
l’incredibile fortuna di prendere parte e che mi ha permesso, come supervisore degli effetti visivi, di scattare una serie di
fotografie che illustrano la preparazione, la produzione e la post-produzione di questo progetto, ispirato a uno dei personaggi
più iconici del fumetto italiano.

Simone Silvestri

L’avventura della lavorazione inizia il 22 luglio 2019, su una barca a vela di 15 metri originale del 1954. Come Diabolik si cela dietro maschere e travestimenti, così il film è affascinante anche nella sua post-produzione, che Realizzando Diabolik mostra con scatti, ma anche attraverso vari frame con e senza color correction. La “finzione” è un punto di arrivo per un percorso decisamente concreto fatto di persone, maestranze e idee.

Sfogliandone le pagine si entra in contatto con la vastità di un progetto come questo, in cui ogni tassello produttivo e creativo è fondamentale per il risultato finale, che abbiamo amato.

Realizzando Diabolik è un volume imperdibile per appassionati e collezionisti, qui sul sito ufficiale di Edizioni NPE ne potete scoprire di più.

Continua a seguire FRAMED anche sui social: ci trovi su FacebookInstagram Telegram.

Silvia Pezzopane
Ho una passione smodata per i film in grado di cambiare la mia prospettiva, oltre ad una laurea al DAMS e un’intermittente frequentazione dei set in veste di costumista. Mi piace stare nel mezzo perché la teoria non esclude la pratica, e il cinema nella sua interezza merita un’occasione per emozionarci. Per questo credo fermamente che non abbia senso dividersi tra Il Settimo Sigillo e Dirty Dancing: tutto è danza, tutto è movimento. Amo le commedie romantiche anni ’90, il filone Queer, la poetica della cinematografia tedesca negli anni del muro. Sono attratta dalle dinamiche di genere nella narrazione, dal conflitto interiore che diventa scontro per immagini, dalle nuove frontiere scientifiche applicate all'intrattenimento. È fondamentale mostrare, e scriverne, ogni giorno come fosse una battaglia.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui