Teatro argot

Il Laboratorio ZappAttori presenta Ritratto di un narcisista, tratto da Il ritratto di Dorian Gray, grande classico di Oscar Wilde.

Cosa rende un narcisista tale? Quali dinamiche trasformano un individuo in un egoista, talmente innamorato di sé stesso da tentare di sconfiggere tempo e spazio per restare immortale? Quanto incidono i rapporti con gli altri nella percezione dell’immagine che abbiamo di noi stessi?

Queste sono alcune delle riflessioni alla base dello spettacolo. Un’analisi che, attraverso la rivisitazione di Wilde, in una alternanza tra testo e partiture fisiche, indaga le trappole dell’ego.

La paura della crescita, la fuga dalle responsabilità, la ricerca dell’edonismo sfrenato e la vanità raccontano la nascita e la catastrofe di questo microcosmo. Un universo fatto di amicizie sbagliate, scelte scellerate e rapporti familiari malsani, nel quale ogni personaggio, più o meno consapevolmente, contribuisce a “dipingere la tela” nella quale lo stesso Dorian finirà per restare intrappolato. La sua esistenza si riduce all’immagine menzognera del suo volto, con lo scopo di ricordarci che nella vita “alcune cose sono più preziose perché non durano”.

Ritratto di un narcisista è in scena al Teatro Argot sabato 9 luglio alle ore 21 e domenica 10 luglio alle ore 18

Info

Regia e Testo: Lucrezia Coletti
Con: Fabiana Battisti
Simone Dominijanni
Giammarco Nunzi
Luca Purificato
Valeria Purificato
Disegno Luci: Mirco Maria Coletti

Segui FRAMED su Instagram e Facebook: c’è anche il canale Telegram aggiornato quotidianamente.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui