Valeria Verbaro

Classe 1993, sono praticamente cresciuta tra Il Principe di Bel Air e le Gilmore Girls e, mentre sognavo di essere fresh come Will Smith, sono sempre stata più una timida Rory con il naso sempre fra i libri. La letteratura è il mio primo amore e il cinema quello eterno, ma la serialità televisiva è la mia ossessione. Con due lauree umanistiche, bistrattate da tutti ma a me molto care, ho imparato a reinterpretare i prodotti della nostra cultura e a spezzarne la centralità dominante attraverso gli strumenti forniti dai Cultural Studies. Tra questi, solo per dirne alcuni, rientrano gli studi post-coloniali, gli studi femministi e quelli etnografici.
Advertismentspot_img

BlacKkKlansman – Spike Lee, 2018

Attraverso il filtro estremamente soggettivo della visione di Spike Lee, BlacKkKlansman racconta l’America di Trump, di Charlottesville e del nuovo suprematismo bianco. Sferra una critica senza via di scampo all’ipocrisia del presente....

Tomorrow’s Leaves – Il cortometraggio in onore delle Olimpiadi di Tokyo

Chi ha seguito la cerimonia di aperutra dei Giochi Olimpici riconosce già nel titolo, Tomorrow's Leaves, una certa continuità. Il cortometraggio diretto da Yoshiyuki Momose per lo Studio Ponoc (nato da animatori...

Amy – Asif Kapadia, 2015

Amy è un puzzle di voci che mette insieme immagini e ricordi, ma in cui inevitabilmente Amy Winehouse è più oggetto che soggetto. Assente anche se di fronte a noi, già scomparsa...

“Finché non ci ammazzano”, Hanif Abdurraqib – Edizioni Black Coffee

Hanif Abdurraqib è un poeta, di professione: questa è la premessa essenziale da tener presente quando ci si avvicina a un libro come Finché non ci ammazzano. Due aree della letteratura reciprocamente...

Solo limoni – Il G8 di Genova nelle immagini di Giacomo Verde

Nel 2001 a Genova c'era anche Giacomo Verde, come tanti, con la sua videocamera. Il suo racconto di quei giorni inizia però da una fotografia, inquadrata come si mostrano gli album di...

Non ho mai… 2 – Il bis di Mindy Kaling su Netflix

Se non avete mai visto né sentito la serie Non ho mai... (Never Have I Ever), vi stiamo forse facendo scoprire la vostra prossima ossessione. A differenza di molte altre serie Netflix...

Great Freedom (Große Freiheit) – Sebastian Meise, 2021

Una delle storie più belle e toccanti che abbiamo avuto il piacere di guardare a Cannes è quella raccontata da Sebastian Meise in Great Freedom (Große Freiheit). Opinione che trova conferma anche...

Onoda – 10.000 notti nella giungla (Arthur Harari, 2021)

In un’edizione stra-ordinaria del Festival di Cannes, Onoda di Arthur Harari riporta il pubblico dentro i confini delle aspettative cinefile tradizionali. Mentre infatti la Selezione Ufficiale osa con Annette o, soprattutto, con...

Valeria Verbaro

Classe 1993, sono praticamente cresciuta tra Il Principe di Bel Air e le Gilmore Girls e, mentre sognavo di essere fresh come Will Smith, sono sempre stata più una timida Rory con il naso sempre fra i libri. La letteratura è il mio primo amore e il cinema quello eterno, ma la serialità televisiva è la mia ossessione. Con due lauree umanistiche, bistrattate da tutti ma a me molto care, ho imparato a reinterpretare i prodotti della nostra cultura e a spezzarne la centralità dominante attraverso gli strumenti forniti dai Cultural Studies. Tra questi, solo per dirne alcuni, rientrano gli studi post-coloniali, gli studi femministi e quelli etnografici.