Silvia Lumaca

Al cinema come nella vita non credo esistano cattive storie, ma solo storie raccontate male, per questo preferisco ormai la rarefazione dei linguaggi, la sperimentazione, la visionarietà. Sarei felice che la video-arte entrasse nelle multisale, magari passando per Bill Viola e Studio Azzurro. Nel cinema europeo il mio epitome è Fassbinder, nel cinema USA mi hanno conquistato i road movies (e Wenders). Se dovessi descrivermi in una parola direi… una parola forse non è abbastanza. Blu.

I vincitori del MIX Festival | Last day: quarto e ultimo giorno

Giunge al termine l'edizione 2022: tutti i vincitori del MIX Festival 2022 (Milan International Lesbian and Gay Film Festival).

The other side – Il MIX entra nel vivo, il terzo giorno

Al terzo giorno del MIX festival si è ormai totalmente immersə nelle atmosfere dei film e delle storie. Qui i film che abbiamo visto.

Questioni di genere – Pillole dal secondo giorno di MiX

Il secondo giorno del MiX Festival riflette sul genere cinematografico e la genderizzazione, dentro e al di fuori dei film

C’era una volta il cinema | Mindemic di Giovanni Basso (2022)

Recensione di "Mindemic", opera prima di Giovanni Basso

Broadway di Christos Massalas apre il MIX – 36° Festival Internazionale di Cinema LGBTQ+ e Cultura Queer

Recensione di "Broadway", di Christos Massalas, film di apertura di MIX, il 36° Festival Internazionale di Cinema LGBTQ+ e Cultura Queer

Barber Ring di Alessio Di Cosimo | Una vita non violenta

"Barber Ring" parla di un ragazzo che ne ha vissute tante. È un piccolo film, una piccola storia. Per chi è capace di prestare orecchio.

Un sogno lungo un giorno | “One day One day” di Olmo Parenti (2022)

Vado al cinema con un’amica e per una volta mi sento privilegiata, sto vedendo un film proibito, “vietato agli adulti”. One day One day, titolo che motteggia l’idea di una speranza senza fine...

Marcel! | L’esordio proustiano di Jasmine Trinca

Recensione di "Marcel!", esordio alla regia di Jasmine Trinca, presentato a Cannes 2022 nella sezione Séances Spéciales e in sala dal 1 giugno

Silvia Lumaca

Al cinema come nella vita non credo esistano cattive storie, ma solo storie raccontate male, per questo preferisco ormai la rarefazione dei linguaggi, la sperimentazione, la visionarietà. Sarei felice che la video-arte entrasse nelle multisale, magari passando per Bill Viola e Studio Azzurro. Nel cinema europeo il mio epitome è Fassbinder, nel cinema USA mi hanno conquistato i road movies (e Wenders). Se dovessi descrivermi in una parola direi… una parola forse non è abbastanza. Blu.